Trend 2017: in che direzione sta andando il Turismo?

Il 2017 è già iniziato e per prepararci al meglio dobbiamo conoscere la direzione che sta prendendo il Turismo: cosa succederà in questo anno? Quali sono i trend principali? Cosa vuole il cliente? E le strutture ricettive come possono adeguarsi a queste richieste?

Scopriamolo assieme grazie ad un’analisi realizzata con i dati di Booking.com*.

1. Il “must”: Istant Messaging

Li avrete visti sicuramente, navigando per il web, magari sul sito della concorrenza: ecco i Chatbot, cosa sono e cosa servono? Sono dei sistemi di chat istantanea che permettono al cliente di chiedere in diretta informazioni e tariffe. Risposte immediate perché ormai il 44% dei viaggiatori si aspetta di poter completare la sua prenotazione in pochi click: soprattutto dal telefonino. Per questo le applicazioni travel stanno cercando di eliminare qualsiasi ostacolo e completare una ricerca di viaggio direttamente da smartphone.

2. Clienti “Business” e “Leisure” si mescolano

La distinzione tra queste due categorie di viaggiatori non è più così netta: i cambiamenti nel mondo lavoro permettono alle persone di essere più flessibili, cercando di evitare i giorni di vacanza prestabiliti e preferendo soggiorni brevi; con la possibilità di prolungare il viaggio di lavoro di qualche giorno in più e godersi la destinazione. Il 49% dei lavoratori dichiara di aver scelto questa soluzione perché è un’occasione da sfruttare per conoscere nuove culture, oltre che a dare ispirazione; ed il 75% vuole fare lo stesso il prossimo anno.

3. Non esiste più il turista di una volta

Il turista non si sente più soddisfatto dalla classica vacanza in villaggio: il nuovo turista cerca a luoghi mai visti, strade inesplorate, angoli segreti per pochi eletti. Il turista si trasforma in “viaggiatore”: il 45% dichiara di voler fare scelte più avventurose per i prossimi viaggi e il 47% dice che vorrebbe raggiungere angoli del globo inesplorati. Puntare alle esplorazioni (con tour fatti veramente “su misura”) per offrire quell’emozione in più che il viaggiatore sta cercando, diventa indispensabile.

4. Il viaggio interiore

Di pari passo con la ricerca di luoghi incontaminati, anche la ricerca del “sè” diventa un trend: il 48% dei viaggiatori crede che le vacanze siano il momento giusto per riflettere e dedicarsi alla ricerca del benessere (il 44% predilige SPA/Relax ed il 38% Wellness/Salute). Il bisogno di staccare la spina, soprattutto nei Paesi dove la vita è più frenetica, si amplia grazie a nuove tipologie di alloggio che offrono spazi per la meditazione e SPA.

5. Certificazione della sostenibilità

L’interesse per l’ambiente si riflette anche sul Turismo: oltre il 40% dei viaggiatori è favorevole ad introdurre una certificazione internazionale per distinguere le strutture ecosostenibili. Il 36% dei viaggiatori nel 2017 ha intenzione di viaggiare più green e spera in agevolazioni per i viaggi eco-friendly.

6. Esperienze VS beni materiali

Niente più lussi e fronzoli: al centro dell’attenzione ci sono le esperienze che il viaggiatore ricerca durante la vacanza. Il 58% dichiara infatti che darà priorità alle proprie esperienze personali, a discapito dell’acquisto di beni di consumo. Meglio quindi puntare su attività ed escursioni next door, come ha fatto anche Airbnb con Trips, il sistema che permette ai viaggiatori di prenotare esperienze con gli abitanti locali, perché dando valore ai piccoli piaceri ed alle esperienze di vita autentiche il viaggiatore si sentirà più appagato.

7. Massimo riconoscimento al tocco umano

La presenza di uno Staff amichevole conferma la sua importanza: il 42% dei viaggiatori dichiara che non soggiornerebbe mai in una struttura dove non ci sia uno spirito collaborativo e disponibile; e dove le recensioni sullo Staff non fossero positive. Il tocco umano resta insostituibile: per questo aumenteranno i sistemi per cercare di trasmettere il calore umano, la personalità e la spontaneità di una relazione reale anche attraverso i supporti telematici.

8. Oltre i confini del mondo

La crescente voglia di avventura porterà i viaggiatori a guardare oltre i confini del mondo conosciuto: il 44% dei viaggiatori sogna un futuro con la possibilità di visitare angoli remoti dello spazio, o in fondo agli oceani. E questa possibilità potrebbe non essere così remota: colossi come NASA e Tesla stanno indirizzando le loro tecnologie verso la progettazione di velivoli a velocità supersonica ed auto che guidano da sole, per viaggiare su distanze maggiori, ed in modo più ecologico.

Dopo un 2016 positivo in termini di presenze per l’Italia, possiamo affermare che il Bel Paese si riconferma tra le maggiori mete preferite dai turisti, ed il 2017 sarà sicuramente un anno di sfide.

Saremo in grado di inseguire i trend e cogliere l’opportunità per far conoscere tutti i luoghi ancora inesplorati dell’Italia?

 

*Fonte: Booking.com, 8 Travel predictions for 2017 – https://globalnews.booking.com/8-big-travel-predictions-for-2017/

Devi essere loggato per lasciare un commento.

RICERCA PER ARGOMENTI

TORNA SU